M'illumino di meno - Comune di Fusignano

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - M'illumino di meno  

M'illumino di meno

COMUNICATO STAMPA

Lugo, 10 febbraio 2015

UNIONE: “M’ILLUMINO DI MENO”,

LA BASSA ROMAGNA ALL’INSEGNA DEL RISPARMIO ENERGETICO Anche quest’anno i Comuni aderiscono al progetto della trasmissione “Caterpillar” di radio 2.

Venerdì 13 febbraio al mattino coinvolgimento corale delle scuole

I Comuni dell’Unione della Bassa Romagna aderiscono anche quest’anno a “M’illumino di meno”, che si celebrerà venerdì 13 febbraio. Si tratta della più grande iniziativa dedicata al risparmio energetico in Italia, creata e lanciata nel 2005 dalla trasmissione di Radio 2 “Caterpillar”. Due i target principali dell’edizione di quest’anno: coinvolgere le scuole, per massimizzare la sensibilizzazione delle nuove generazioni, e celebrare l’invenzione delle luci a led, i cui inventori (i giapponesi Isamu Akasaki, Hiroshi Amano e Shuji Nakamura), hanno ricevuto nel 2014 il premio Nobel per la fisica. Inoltre, il 2015 è stato proclamato dall’ONU “Anno della Luce”.

Protagonisti saranno anzitutto le ragazze e i ragazzi delle scuole elementari e medie di tutti gli istituti comprensivi dell’Unione: si terrà infatti la premiazione del concorso a premi “Spegniamo lo spreco, accendiamo il risparmio ”, finalizzato alla diffusione delle buone pratiche all’interno degli istituti scolastici, per celebrare il Patto dei sindaci (e l'approvazione dei Piani Energetici Comunali e la redazione dei Piani d'Azione per l'energia sostenibile) e la firma della “Carta per una rete di enti territoriali a spreco zero”. Il concorso, alla sua seconda edizione, è stato elaborato dal CEAS (Centro di educazione alla sostenibilità) dell’Unione e si è svolto nell’anno scolastico 2013-2014.

“In questa giornata tutta green verrà presentato il lavoro dei ragazzi delle scuole della Bassa Romagna e il primo aperigreen a Conselice - ha dichiarato Paola Pula, sindaco referente all’Ambiente per l’Unione -. È infatti vitale per il nostro futuro responsabilizzare i ragazzi e diffondere attraverso i comportamenti quotidiani, le buone pratiche di risparmio delle risorse naturali ed energetiche; orientare la nostra consapevolezza individuale e collettiva, nonché la nostra economia verso il recupero, il risparmio e il riuso è la priorità che può fare del bene all'ambiente, per uno sviluppo più armonico delle persone e del pianeta che ci ospita”.

Le classi che hanno deciso di aderire al progetto hanno individuato al proprio interno due figure di “School Energy Manager”, un GuardiaLuce e un GuardiaAcqua, affidando loro la responsabilità di garantire e verificare l’uso consapevole dell’energia elettrica e dell’acqua all’interno della propria scuola. La prima edizione del progetto (nell'anno scolastico 2012/2013) ha totalizzato l'adesione di 78 classi e la nomina di 152 Guardia Luce e Guardia Acqua. Anche quest'anno il progetto ha ricevuto molte adesioni, con 76 classi e l'individuazione di 156 GuardiaLuce e GuardiaAcqua.

Quest’anno la prima classificata al concorso è risultata la scuola media dell’istituto comprensivo “Luigi Battaglia” di Fusignano, seguita dalla scuola elementare di Massa Lombarda. La premiazione, si svolgerà venerdì 13 febbraio dalle 9 a Lugo presso il PalaBanca e verrà ripresa e trasmessa da Lepida TV, la Tv digitale della Regione Emilia-Romagna. Ai vincitori saranno consegnati dei kit didattici per esperimenti sul tema dell'energia, per arricchire i laboratori della scuola. Sarà un momento speciale, poiché tutti e nove i Comuni saranno collegati in diretta tramite il web, così che tutti gli studenti partecipanti all’iniziativa potranno assistere alla cerimonia dalle rispettive sedi municipali o dalle sedi scolastiche. Tutti gli studenti in tutte le sedi parteciperanno all’attività ludico-didattica “Consumabile - Imparare a stare al mondo è un gioco”.

Nel corso della mattinata ci sarà anche un collegamento in diretta radiofonica con la trasmissione Caterpillar.

Novità dell'edizione è la collaborazione con Radio Sonora, che in accordo con le scuole superiori preparerà delle “pillole energetiche” da trasmettere nei giorni precedenti l’evento.

“L’adesione corale dei nostri Comuni a ‘M’illumino di meno’ nasce dall'impegno assunto nell'ambito del Patto dei Sindaci della Bassa Romagna, stipulato il 14 dicembre 2011 - ha sottolineato Luca Piovaccari, presidente dell’Unione dei Comuni -. per diffondere la cultura del risparmio energetico coinvolgendo prima di tutto i ragazzi delle scuole. Tutti e nove i Comuni hanno infatti deciso di mettere in campo una serie di attività a favore dello sviluppo sostenibile, del risparmio di risorse e della qualificazione energetica; impegni formalizzati attraverso i Piani Energetici Comunali (PEC), i Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) e il Protocollo d’intesa con i portatori di interesse del territorio per la realizzazione del progetto “2020 Futuro Green”.

Ecco in riassunto le principali iniziative che si svolgeranno venerdì 13 febbraio, accompagnate da alcuni momenti di “silenzio energetico”: ad Alfonsine alle 18 appuntamento con “Racconti magici a lume di Candela ”, letture di favole in sala del Consiglio; al termine, aperitivo e buffet per tutti i presenti, poi “una cascata di luce” inonderà la piazza, con distribuzione di palloncini luminosi a led per tutti i bambini e i ragazzi. Dalle 18 alle 19.30, per celebrare il silenzio energetico, saranno spente le luci di piazza Gramsci;

A Bagnacavallo l’appuntamento è alle 18 con “Mi illumino di Meno... e di racconti faccio il pieno” , suggestiva visita guidata a lume di candela al Palazzo comunale. I ragazzi delle scuole presenteranno i loro buoni propositi per risparmiare energia e a seguire “Soffi di Luce: la magia e il gioco dei palloncini luminosi ”, con distribuzione di materiali sul progetto europeo IPA-Adriatico Zero Waste (Rifiuti zero) negli eventi sportivi. Dalle 18 alle 20 spegnimento dell’illuminazione pubblica di piazza della Libertà.

A Bagnara di Romagna alle 18.30 ci sarà “Note di luce ”, un momento musicale con palloncini luminosi alla Rocca Sforzesca. Sarà inoltre ritardata di 30 minuti l’accensione dell’illuminazione pubblica di piazza Marconi e di altre vie del centro storico.

A Conselice alle 18 “Aperi green ” all’auditorium “Claudia Garbesi” delle scuole medie, con illustrazione del progetto “2020 futuro green”, il percorso di 24 attori del territorio per il risparmio energetico e la riduzione delle emissioni inquinanti ( www.labassaromagna.it/futurogreen ); presentazione dell'intervento di recupero della scuola media con i ragazzi “guardia luce” e di esperienze di riqualificazione energetica in edilizia, con aperitivo a seguire.

A conclusione dell'Aperi green, appuntamento per tutti i bambini e i ragazzi per la camminata “M'illumino di meno” contro lo spreco : partenza dalla scuola media e arrivo in piazza Foresti con dono di palloncini luminosi. Dalle 18.30 alle 20 spegnimento dell’illuminazione pubblica a Conselice in piazza Foresti, via Garibaldi, via Cavallotti; a Lavezzola in piazza Mazzini e piazza Caduti e a San Patrizio in piazza Mameli e via Mameli.

A Cotignola dalle 17.30 alle 18.30 appuntamento con “Disegnando a lume di candela” presso la scuola Arti e Mestieri, un laboratorio gratuito per bambini da 6 anni in su (prenotazione obbligatoria, inviare email a postaselvatica@gmail.com o telefonare allo 0545 42110); per tutti i bambini ed i ragazzi tanti palloncini luminosi e appuntamento in piazza con cioccolata calda per tutti. Dalle 18 alle 19.30 spegnimento dell’illuminazione pubblica di piazza Vittorio Emanuele II.

A Fusignano cena a lume di candela nei ristoranti di Fusignano e alle 21 “Fiaccolata nella notte” , con partenza dal parcheggio del Conad e dal Bar del Centro fino a Piazza Corelli, accompagnata dai musicisti di strada Ariminum Dixi Band . Ritrovo vicino al falò allestito in piazza e alle 21.15 concerto. Per tutti i bambini e ragazzi in regalo palloncini luminosi. Dalle 20 alle 22 spegnimento dell’illuminazione pubblica di corso Emaldi, piazza Corelli, via Battisti, piazza Armandi, piazza Emaldi, via Monti e via Piancastelli.

A Lugo , oltre all’iniziativa per le scuole al PalaBanca al mattino, alle 17.45 partenza dal parcheggio dell’Ipercoop di via Brignani per una pedalata urbana con lucciole a led, in collaborazione con gli “Amici della Bici” e aperitivo a lume di candela in Rocca antisala del Consiglio, offerto da Ipercoop. Alle 18 “M'Illumino... di note ” al Salone Estense, momenti di musica con gli allievi della scuola Gherardi in una atmosfera illuminata da tanti palloncini luminosi, donati a tutti i bambini e ai ragazzi; a seguire piccolo ristoro per i partecipanti. Accensione ritardata alle 19 delle luci di largo Relencini, piazza I° Maggio, piazza Martiri, piazza Mazzini (Pavaglione compreso) e piazza Baracca.

A Massa Lombarda dalle 17 “Merenda a lume di candela ” al centro giovani Jyl, a cura della Consulta delle ragazze e dei ragazzi; alle 18 partenza dal Jyl verso la piazza Matteotti per una passeggiata a lume di led, dono dei palloncini luminosi a tutti i bambini e ragazzi e ritrovo in piazza. Dalle 18.00 alle 19.00 spegnimento dell’illuminazione pubblica di corso Vittorio Veneto e pizza Matteotti.

A Sant’Agata sul Santerno, oltre all'evento “consumabile” del mattino con i ragazzi delle scuone, “silenzio energetico” dalle 18 alle 20 con spegnimento delle luci in piazza Umberto I.

Inoltre, sabato 14 febbraio dalle 8 alle 15 a Bagnacavallo, ritrovo in via Togliatti (nei pressi del centro Acrylico) per il “Cicloraduno Green”: tutti in bicicletta per una giornata a basso impatto ambientale, con laboratori di riciclo per bambini e ragazzi (dalle 8.30 alle 12.30). La manifestazione è promossa dal Comitato Territoriale Uisp Bassa Romagna, in collaborazione con GS Boncellino ed Ervet Emilia-Romagna Valorizzazione Economica Territorio.

Le iniziative nella Bassa Romagna per “M’illumino di meno” sono organizzate dal CEAS dell’UCBR con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna.

"Il nostro futuro e quello della nostra economia devono, per forza, essere 'green', nel senso di essere incentrati sul risparmio delle risorse e su nuove frontiere dell'economia basate sulla sostenibilità - afferma il consigliere regionale Mirco Bagnari -. La Bassa Romagna, aderendo al Patto dei Sindaci e mettendo in atto azioni coerenti e conseguenti, ha dato un forte segnale di volontà politica in questa direzione e, soprattutto, ha dimostrato di dedicare particolare attenzione al versante dell'educazione e della sensibilizzazione delle giovani generazioni verso la sostenibilità ambientale. Per questo la Regione Emilia-Romagna ha voluto patrocinare le iniziative della Bassa Romagna in questa giornata un po' speciale".

Per ulteriori informazioni, contattare gli URP dei Comuni di riferimento, oppure il CEAS intercomunale della Bassa Romagna al numero 0545 38248, email ceasbassaromagna@unione.labassaromagna.it .

UFFICIO STAMPA

Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Tel. e fax 0545 34898

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse