Bocconi avvelenati - Comune di Fusignano

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Bocconi avvelenati  

Bocconi avvelenati

COMUNICATO STAMPA

Lugo, 25 novembre 2013

UNIONE: AVVIATA LA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE

CONTRO L’AVVELENAMENTO DEGLI ANIMALI I Comuni uniti nel combattere il fenomeno delle esche abbandonate

Dopo i recenti avvenimenti legati all’uso di bocconi avvelenati, il 14 novembre la giunta dell’Unione ha deliberato di avviare una campagna informativa a partire dal prossimo gennaio. Oltre che un reato, avvelenare animali domestici o selvatici è un gesto crudele che provoca sofferenze ed è potenzialmente pericoloso anche per le persone e per l’ambiente.

La campagna, intitolata “Ucciso… come un cane!!!”, prevede l’affissione di manifesti e la distribuzione di volantini da conservare, contenenti tutti i numeri telefonici di riferimento. Ora è infatti attivo un sistema per le segnalazioni dei cittadini nel caso di ritrovamento di animali deceduti, rinvenimento di esche e bocconi o altro materiale sospetto e di casi presunti o effettivi di intossicazioni e avvelenamenti di animali anche selvatici. In tutti questi casi, è possibile effettuare la segnalazione indistintamente alla Polizia municipale dell’Unione dei Comuni (telefono 800.072525), al Servizio veterinario di Bagnacavallo (0545.283082), alla Polizia provinciale di Ravenna (0544.258922) o al Corpo forestale dello Stato (comando di Ravenna 0544.212569, numero unico di emergenza 1515).

I cittadini sono tutti invitati a collaborare alla lotta contro questo fenomeno e a prendere alcune precauzioni, come l’utilizzo della museruola per le passeggiate con il proprio animale da compagnia (soprattutto in campagna) e l’utilizzo di guanti per raccogliere eventuali esche sospette. Ai primi sospetti di avvelenamento del proprio animale è necessario rivolgersi tempestivamente al proprio veterinario di fiducia.

Ogni anno si assiste a episodi di avvelenamento di animali selvatici o domestici, in particolare in primavera. Le esche avvelenate si ritrovano con maggior frequenza in campagna, ma in alcuni casi anche in cortili privati e parchi pubblici. Uccidere animali selvatici o domestici con esche avvelenate è punito con il carcere da tre a diciotto mesi. Il maltrattamento di un animale comporta la reclusione da tre mesi a un anno o la multa da tremila a 15mila euro. L’articolo 674 del codice penale punisce inoltre chi getta sostanze tossiche nel suolo pubblico.

UFFICIO STAMPA

Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Tel. 0545.25127

Fax 0545.902924

Mail ufficiostampa@unione.labassaromagna.it

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse