Abitare il deserto - Comune di Fusignano

Vai ai contenuti principali
 
 
Percorso: Home - Abitare il deserto  

Abitare il deserto

COMUNICATO STAMPA

Fusignano, 5 agosto 2016

“ABITARE IL DESERTO”: IL MONDO DELLA FOTOGRAFIA

PUNTA GLI OCCHI SU FUSIGNANO

Il 3 settembre inaugura al San Rocco una mostra che ricalca le orme dell’esperienza del 1986,

quando a esporre furono fotografi quali Luigi Ghirri, Olivo Barbieri, Guido Guidi, Vittore Fossati

Sabato 3 settembre alle 11 , a Fusignano al Museo San Rocco, in via Monti 5, ci sarà l’inaugurazione della mostra intitolata “Abitare il deserto ”. Si tratta di un’esposizione che affonda le sue radici nel 1986: esattamente trent'anni fa a Fusignano ha avuto luogo una mostra che ancor oggi costituisce un pilastro della storia italiana della fotografia. Il titolo fu “Traversate del deserto”, un evento curato dall’associazione culturale “Figli del deserto” su progetto di Gianni Celati. Nove fotografi, che in quegli anni stavano lasciando il loro segno nel mondo della fotografia, e nove scrittori hanno raccontato, ciascuno col proprio linguaggio, il processo di desertificazione del mondo culturale.

I nove fotografi erano Luigi Ghirri, Olivo Barbieri, Guido Guidi, Carlo Gajani, Vittore Fossati, Jean Paul Curnier, Klaus Kinold, Paul David Barkshire, Manfred Willmann. I nove scrittori erano invece Giorgio Agamben, Jean Baudrillard, Gerald Bisinger, Gianni Celati, Jean Paul Curnier, Max Frisch, Gabriel Josipovici, Gilles Lipovetski, Giuliano Scabia; hanno scavato nel profondo dell'indifferenza, hanno scritto lettere a un lupo nel bosco, hanno attraversato il mondo con gli occhi di chi vuole scoprirlo e farlo scoprire, viaggiando nelle cose e in noi stessi. Il catalogo della mostra del 1986, oggi custodito nei principali musei internazionali della fotografia, è ritenuto una delle più preziose e ricercate testimonianze della rivoluzione fotografica che prese il via in quegli anni.

Ebbene, quest’anno la storia si ripete: Giovanni Zaffagnini, con la collaborazione dell’Osservatorio fotografico di Ravenna e sentiti i protagonisti dell’86, hanno selezionato nove giovani fotografi e nove giovani scrittori e poeti emergenti nel panorama internazionale (e tutti rigorosamente under 35) pronti a raccontare dopo trent'anni cosa significa "Abitare il deserto". Giovani da tutto il mondo hanno aderito con entusiasmo alla proposta, hanno inviato riflessioni, immagini, punti di vista, componendo un dialogo a più linguaggi sul deserto e sull'oggi.

Le fotografie sono di Nicola Baldazzi, Davide Baldrati, Marina Caneve, Francesca Gardini, Richard Max Gavrich, Massao Mascaro, Domingo Milella, Mattia Parodi, Xiaoxiao Xu. I testi appartengono invece a Yari Bernasconi, Luigi Filippelli, Maddalena Lotter, Franca Mancinelli, Jacopo Narros, Bernardo Pacini, Jacopo Ramonda, Damiano Sinfonico, Orso Jacopo Tosco.

Come avvenne 30 anni fa, dalla mostra sarà prodotto un catalogo , edito da Osservatorio Fotografico (Ravenna); una lettura dei testi presenti nel volume, intitolato anch’esso Abitare il deserto , avrà luogo venerdì 2 settembre alle 21 , nel giardino del museo San Rocco di Fusignano (ingresso dal parcheggio di via Santa Barbara), a cura degli autori.

La mostra, curata da Giovanni Zaffagnini, sarà visitabile dal 3 settembre al 6 novembre nei seguenti orari: dal 3 all’8 settembre (in concomitanza con la Settimana fusignanese) nei giorni feriali dalle 19.30 alle 22.30 e il sabato e festivi dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 23. Dal 9 settembre al 6 novembre il sabato dalle 15 alle 18 e nei giorni festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18. L’evento sarà integrato da incontri con alcuni protagonisti di “Traversate del deserto” del 1986, in particolare con i fotografi Olivo Barbieri, Vittore Fossati e Guido Guidi che racconteranno la loro esperienza.

Per ulteriori informazioni, contattare l’Urp del Comune di Fusignano al numero 0545 955653, oppure il museo negli orari di apertura al numero 0545 51621.

La mostra è stata presentata in conferenza stampa venerdì 5 agosto al Museo civico San Rocco di Fusignano. Per l’occasione sono intervenuti il sindaco Nicola Pasi, il vice sindaco con delega alla Cultura Lorenza Pirazzoli e il curatore della mostra Giovanni Zaffagnini.

“È un evento che parte dalla nostra storia, celebrando il trentennale di una mostra che all’epoca portò a Fusignano forse in maniera inconsapevole quelli che hanno da lì a poco avrebbero rivoluzionato la fotografia italiana - ha dichiarato Nicola Pasi -. Facciamo questa mostra con lo stesso spirito di innovazione, con la voglia di costruire delle relazioni tra i giovani promettenti nell’ambito della foto e della poesia, per costruire una rete di relazioni che mettano assieme le eccellenze letterarie italiane e fotografiche internazionali. Ritengo che sia importante che le pubbliche amministrazioni investano sui giovani pensando non solo al locale, ma dando opportunità più vaste, ricordando che ogni tanto la storia passa anche dalle piccole comunità: con questa mostra lanciamo un invito e confido che il risultato non rimanga soltanto a Fusignano, ma arrivi oltre”.

“Questa mostra unisce due forme espressive complementari tra loro, che sono la fotografia e la scrittura - ha sottolineato Lorenza Pirazzoli -. Prese da sole, queste due arti si evocano reciprocamente, poiché un’immagine richiama sempre parole, così come un testo evoca immagini. L’accostamento in questa mostra crea un’ulteriore chiavi di lettura, che si aggiunge alle suggestioni spontanee del visitatore”.

UFFICIO STAMPA

Unione dei Comuni della Bassa Romagna

Tel. e fax 0545 011840

Mail ufficiostampa@unione.labassaromagna.it

 

Come fare per

 
 

Servizi per fasce di età e interesse